Come funziona un IT assessment e perché richiederlo

triangolo

Richiedi un’analisi dettagliata, richiedi un assessment informatico

L’IT assessment è l’analisi del contesto applicativo e dei relativi processi informatici di una specifica azienda, portato avanti da un team di consulenti IT. L’output è un documento sotto forma di report dove sono riportate tutte le criticità attuali, le raccomandazioni e gli interventi per evolvere e migliorare il proprio parco applicativo sulla base degli obiettivi condivisi, dei costi e degli impatti sull’organizzazione.

Perché richiedere questa analisi? L’innovazione è un processo in continuo aggiornamento e, proprio per la sua complessità di implementazione, manca spesso di organicità. Questa analisi permette di fare il punto sullo stato tecnologico della propria azienda e definire in maniera programmatica dove e come intervenire sulla base del livello delle criticità rilevate, investendo così al meglio il proprio budget IT.

Nell’adottare nuove tecnologie, la struttura IT aziendale si trova spesso di fronte a problemi non facilmente identificabili e risolvibili in autonomia: i software in uso possono nascondere modelli e paradigmi obsoleti che meritano un’attenta valutazione delle possibilità di evoluzione. Spesso, inoltre, alcune importanti lacune a livello infrastrutturale che causano inefficienze e alti costi di manutenzione non sono totalmente comprese all’interno dell’azienda.

Richiedere un IT assessment permetterà al tuo team di riacquisire una visione completa ed oggettiva del proprio parco applicativo e di identificare quali miglioramenti possono essere portati avanti e su quali tecnologie puntare.

IT technology assessment step by step

Il tuo partner tecnologico procederà a sviluppare l’IT assessment, analizzando le diverse componenti degli applicativi aziendali, allo scopo di realizzare un report dettagliato sullo stato attuale della salute e della competitività dell’ecosistema informatico e dei processi core supportati. Oltre all’analisi dello stato dell’arte, il fornitore presenterà anche lo scenario To-be, ossia la futura architettura applicativa ed infrastrutturale che soddisfa le esigenze dell’organizzazione.

Con l’analisi condotta, il fornitore sarà in grado di valutare le tecnologie attualmente in uso ed evidenziarne le criticità ed eventuali disfunzioni dei software in termini di business continuity. L’analisi prevede lo studio del codice sorgente, dell’architettura, la sicurezza degli applicativi ed eventuali dipendenze o vincoli tecnologici. A seconda delle esigenze del cliente e delle richieste più specifiche, il partner tecnologico studia i processi innescati e gestiti dagli applicativi, individuandone eventuali colli di bottiglia, malfunzionamenti ed errori.

Dal confronto fra l’analisi As-is e l’analisi To-be nasce un piano operativo di interventi suggeriti per trasformare il sistema informatico e migliorare la performance e la sicurezza degli applicativi. Nel report viene identificato il gap tecnologico, evidenziate le tecnologie obsolete ed descritti e quantificati gli interventi da effettuare per migliorare i processi.

IT Assessment checklist: cosa offre l’analisi

L’analisi prevede quindi una proposta di piano di lavoro modulato sulle esigenze evolutive e di processo del cliente, sul rapporto costi/benefici e sugli impatti sull’organizzazione. In particolare, l’IT assessment report:

  • Fornisce una visione chiara ed organica delle caratteristiche tecnologiche e delle funzionalità degli applicativi in uso;
  • Mappa i processi core ed i servizi business supportati evidenziandone le criticità in termini di coordinamento e collaborazione dei vari team e uso ottimale delle risorse;
  • Evidenzia il gap ed i vincoli tecnologici e le disfunzioni da questi causati;
  • Mette in luce eventuali problemi legati alla sicurezza applicativa.

Inoltre:

  • Propone gli interventi consigliati per migliorare la performance del contesto applicativo aziendale e dei processi business serviti;
  • Propone le tecnologie adatte alla realtà aziendale;
  • Propone una visione d’insieme e un piano organico sulla base del quale organizzare gli sviluppi futuri.

I vantaggi dell’ IT assessment report

Grazie alla redazione di un IT assessment report, la frammentarietà tipica dei sistemi informatici in uso viene analizzata e riportata su un documento tecnico operativo che fornisce all’azienda una preziosa base di partenza per le evoluzioni future. Perché investire in un’analisi tecnica?

  • Per individuare le disfunzioni e le debolezze del parco applicativo;
  • Per migliorare l’architettura e la sicurezza applicativa;
  • Per investire in nuove tecnologie e in evoluzioni con maggiore consapevolezza, massimizzando l’investimento.

I vantaggi quindi dell’IT assessment investono sia la parte prettamente tecnica, ma anche quella organizzativa dell’area IT aziendale. L’approccio auspicabile è quello collaborativo, ossia un lavoro a quattro mani tra il cliente e il fornitore: per il fornitore è importante poter comprendere a fondo il business e le dinamiche interne, mentre per il cliente è fondamentale poter comunicare le esigenze e sentirsi ascoltato. I membri del team IT sono direttamente coinvolti nelle prime fasi di analisi e lo stesso report non vuole essere un documento passivo, ma una base sulla quale instaurare una collaborazione diretta e costruttiva tra gli interlocutori.

 

Scopri i nostri servizi di consulenza