Omnia Group Smart Business

il blog che aiuta le Aziende italiane a crescere attraverso la Tecnologia

Se la vostra azienda redige un business plan interno con l’obiettivo di aderire a qualche vincolo di conformità o per guadagnare più soldi, sta ignorando i benefici più preziosi che esso potrebbe portare nella vostra organizzazione. Troppo spesso le aziende stilano il proprio piano perché devono, ignorandolo poi nella gestione del business; è invece fondamentale eseguire una revisione costante dei vari elementi che lo compongono, poiché solo così se ne potrà trarre un vantaggio reale.

Source: www.americanexpress.com

  • Il business plan non è il mero simbolo di uno status, un documento da mostrare alle banche o ai potenziali investitori per dimostrare che la vostra azienda ha le carte in regola. È invece uno strumento strategico fondamentale per stabilire in quale misura l’organizzazione adempie agli obiettivi che si prepone, per valutare i risultati raggiunti e per prendere decisioni importanti. Il business plan contiene diversi elementi che insieme lo rendono un pilastro del successo aziendale; essi devono essere costantemente valutati, singolarmente e nella loro totalità, per eseguire una corretta diagnosi della salute della vostra organizzazione e scoprire se e dove è necessario migliorare.
  • L’Executive Summary, l’introduzione al documento che contiene la general purpose aziendale, ovvero “cosa facciamo, come e per chi”, è il primo elemento che merita un monitoraggio costante. Questo perché la maggior parte delle aziende sono realtà in continua evoluzione, e di conseguenza la mission può modificarsi da un periodo ad un altro. Anche l’assetto del mercato di riferimento e dei competitors che operano in esso è un elemento chiave da tenere in considerazione. I mercati oggi cambiano molto rapidamente e assistono all’ingresso di nuovi attori entusiasti ed agguerriti. Come è cambiato il nostro mercato? In che direzione si muovono i nuovi competitors? Come sono cambiate le aspettative dei nostri clienti e consumatori? Solo ponendosi periodicamente questi interrogativi l’azienda sarà sicura di muoversi nella giusta direzione.
  • La consapevolezza del proprio business passa anche attraverso una revisione costante dei prodotti o servizi offerti, in particolar modo in relazione a se e quanto essi soddisfano ancora le esigenze della clientela e, pertanto, se meritano o meno una messa in discussione. Strettamente correlato a questo viene una verifica del piano di marketing e vendite contenuto all’interno del business plan. I canali e le strategie scelte restituiscono i risultati sperati? Oppure i numeri non sono del tutto soddisfacenti?
  • Infine, un ultimo aspetto, ma non per questo meno rilevante, riguarda l’assetto finanziario aziendale. Analizzare la salute economica della propria azienda, confrontare la situazione attuale con lo stesso periodo negli anni precedenti, prendere decisioni in merito a dove dirigere i profitti, se in nuovi investimenti o nelle casse dell’organizzazione; sono tutti elementi cruciali per capire se la pianificazione è ancora valida o se merita di essere rivista e adattata alle mutate esigenze di business.