Omnia Group Smart Business

il blog che aiuta le Aziende italiane a crescere attraverso la Tecnologia

In una recente indagine pubblicata da BAE Systems, il 57% delle oltre 1000 aziende coinvolte ha dichiarato di aver subito un attacco informatico nell’ultimo anno. Questi incidenti costano in media 300 mila sterline e di questi uno su 10 porta danni per oltre un milione. Gli attacchi sono cresciuti costantemente in frequenza e potenziale dannoso; cosa c’è da aspettarsi nel 2017?

Source: //www.telegraph.co.uk

  • Esperienza umana – Dotarsi delle soluzioni migliori e all’avanguardia in termini di sicurezza non è più abbastanza; è necessario affidarsi anche all’esperienza di personale altamente specializzato e qualificato. Per fare un esempio, prevenire che un’azienda subisca un attacco non significa esclusivamente fornire un software che notifichi le potenziali minacce, ma anche e soprattutto intervenire affinché tali minacce non si traducano in attacchi concreti.
  • Furto di credenziali – Un hacker non deve necessariamente usare codice corrotto e virus per superare le difese di un’azienda; può infatti prendere il controllo di una rete e sottrarre dati e informazioni riservate senza avvalersi di tali mezzi. Il furto di credenziali, che viene spesso celato dietro il dipendente che lo subisce, è stato un trend crescente per tutto il 2016 e non accenna a diminuire negli anni futuri. I sistemi di protezione tradizionali non sono in grado di filtrare questo tipo di minacce, perché esse giungono tramite canali del tutto convenzionali e ritenuti sicuri, per i quali non viene applicato alcun tipo di prevenzione (come ad esempio la casella email). Attraverso un utilizzo consapevole degli analytics, unitamente ad un processo di formazione specifico e mirato, è tuttavia possibile identificare e bloccare la maggior parte di questi tentativi di attacco.
  • Ransomware – Il cybercrime assume sempre di più i connotati del crimine organizzato; chi attacca è spesso un professionista astuto e determinato che sa come trarre il massimo beneficio minimizzando i rischi; per questo motivo gli attacchi di tipo ransomware sono oggi i più diffusi. L’unico modo per non cadere nella trappola è quello di mettere al sicuro dati e informazioni la cui eventuale perdita risulterebbe fatale; è anche fondamentale avere piena visibilità delle rete e delle connessioni esistenti per capire quali sono gli snodi principali su cui potenziare la protezione.
  • Leggi e normative – Data la crescita di minacce, attacchi e falle di sicurezza, ci saranno sempre più controlli in merito al rispetto di standard di sicurezza e best practices, che le aziende dovranno necessariamente considerare nella propria strategia difesa. Si prevede inoltre un picco di richieste di Cyber Insurance.
» Scopri i servizi di Cyber Security Omnia Group