Omnia Group Smart Business

il blog che aiuta le Aziende italiane a crescere attraverso la Tecnologia

I progetti IT sono procedimenti complessi e rischiosi, estremamente impegnativi in termini di risorse umane ed economiche, e il cui successo non è sempre assicurato. Una parte abbastanza consistente di progetti IT infatti è destinata al fallimento, tuttavia questo non significa che essi non portino un prezioso valore in azienda e che i benefici a lungo termine non superino i costi iniziali.

Source: econsultancy.com

Esistono fondamentalmente due tipi di distinti di fallimento di un progetto.

  • Fallimento intrinseco – Questo primo caso di fallimento è strettamente legato ai rischi che si assumono in fase di pianificazione; i rischi in questione sono quelli derivanti dall’incertezza. Dal momento che questi rischi non possono essere aggirati, e di conseguenza il fallimento che ne deriva è sempre dietro l’angolo, è fondamentale non tanto cercare di evitarli quanto piuttosto imparare a gestirli. Attraverso il supporto di esperti del settore, consulenti e fornitori con grande esperienza e know how, la vostra azienda intraprenderà una strada che la porterà ad acquisire le competenze necessarie affinché i progetti IT intrapresi si concludano con un successo. Questo percorso potrebbe richiedere un investimento importante in termini di tempo e risorse, ma i benefici che ne deriveranno lo ripagheranno pienamente.
  • Fallimento inutile – Questa seconda tipologia di fallimento deriva da elementi e fattori che bloccano o invalidano il progetto, ma che potrebbero essere completamente evitati; per questo motivo, il fallimento che ne deriva viene considerato inutile. I fattori determinanti possono essere la scarsa comunicazione, una pianificazione temporale delle attività non realistica, una stima economica non oggettiva o una mancata condivisione degli obiettivi. Il superamento di questi ostacoli non condurrà la vostra azienda in una zona sicura priva di alcun pericolo, ma farà rientrare il vostro progetto IT nella prima casistica, quella del fallimento intrinseco, dal quale però, come abbiamo visto, è possibile uscire indenni e con successo.