Omnia Group Smart Business

il blog che aiuta le Aziende italiane a crescere attraverso la Tecnologia

Secondo un recente rapporto pubblicato da Forrester Research sulle tendenze dell’IT per il 2015, i due ruoli che saranno cruciali per il prossimo anno in termini di organizzazione e successo aziendale sono il Chief Information Officer (CIO) ed il Chief Marketing Officer (CMO). Il loro rapporto e la strategia congiunta improntata ad incrementare il business determineranno il futuro di qualsiasi società.

Source: blogs.forrester.com

  • Normalmente il CMO incentra il proprio lavoro sulle attività di marketing e promozione dell’azienda; tuttavia, nell’era del business che ruota attorno al cliente e alle sue esigenze questo non è più sufficiente. Per questo motivo, a partire dal prossimo anno il CMO deve dimostrare di saper gestire il driver più importante per il successo aziendale, ovvero l’ottimizzazione della customer experience. Le sue attività saranno sì focalizzate all’innovazione e alla crescita dell’azienda, ma sempre in ottica customer-centric. In un mercato in cui comportamenti e preferenze dei consumatori sono così volatili, il CMO deve essere in grado di raggiungerli e fidelizzarli offrendo loro prodotti innovativi all’interno di un’esperienza cliente unica e soddisfacente. Attualmente, solo il 22% dei CMO dichiara di ritenere la fidelizzazione della clientela la priorità assoluta nel proprio lavoro; è però giunto il momento di cambiare e fare della customer experience una metrica di riferimento per il successo aziendale.
  • Il potere della tecnologia è quello di rendere possibili i cambiamenti della strategia aziendale, ed è qui che entra in gioco la figura del CIO. I direttori dei sistemi informativi che concentrano il loro lavoro soltanto alla gestione dell’IT vedranno inevitabilmente tagliare i budget dedicati e la propria influenza relegata in una posizione sempre più secondaria. La tecnologia deve essere messa al servizio della crescita aziendale, passando quindi per il soddisfacimento della clientela; questo significa dotare l’organizzazione di responsività in real time e di architetture cloud, il tutto prestando grande attenzione alla sicurezza di dati e informazioni, una cui violazione potrebbe rappresentare un vero e proprio tracollo.
  • La sfida maggiore per CIO e CMO è realizzare questi obiettivi insieme. Le aziende dove queste due figure lavorano in squadra in un’ottica customer-centric riescono a guadagnare quote di mercato e ad imporsi nel contesto di riferimento. Gli ostacoli sono ancora molti: solo il 46% dei CMO e il 51% dei CIO dichiarano di possedere una visione unificata del cliente per quanto riguarda tutto il suo rapporto con l’azienda; fortunatamente, queste percentuali sono destinate a crescere, poiché le organizzazioni sono consapevoli che la centralità del cliente rimarrà costante e che allo stesso tempo la concorrenza è tanta e molto agguerrita.