Omnia Group Smart Business

L’IT è una parte fondamentale e strategica delle aziende contemporanee. Nelle realtà organizzative in cui esso non ottiene la centralità e l’attenzione che merita è estremamente necessario intervenire per portare un profondo cambiamento nella cultura aziendale, come dimostra l’esperienza di Herman De Prins, CIO dell’industria farmaceutica UCB presente in oltre 40 paesi in tutto il mondo.

Source: www.cio.com

  • Quando, nel 2009, Herman De Prins è diventato CIO della UCB, sé è trovato alle prese con un contesto in cui l’IT era dato come spacciato, nel quale le tecnologie digitali e il cloud erano visti come elementi che avrebbero spinto l’IT ai margini dell’assetto aziendale. Fortemente convinto del contrario, De Prins ha intrapreso un programma, denominato “The Future of IT” per dare all’organizzazione IT di cui è capo e ai partner di business dell’azienda chiarezza e consapevolezza del ruolo che questo settore realmente riveste. Un modello di cambiamento della cultura aziendale esemplare, molto utile per qualsiasi realtà che si trovi ad affrontare difficoltà nel far comprendere il valore del reparto IT al resto dell’organizzazione.
  • Quali sono i punti cardine di questo modello? Chi lavora nel reparto IT è investito di una grande responsabilità, deve spingersi oltre alla semplice implementazione e gestione dei sistemi richiesti e assicurarsi di prendere le decisioni giuste che restituiscano un adeguato valore al business; è richiesta grande competenza unita a capacità di iniziativa e innovazione ma anche di analisi critica dei problemi aziendali da affrontare; la strategia seguita all’interno del reparto IT deve diventare appannaggio dell’intera organizzazione, essere cioè condivisa e sostenuta da tutti in funzione di un unico, ambizioso obiettivo comune.
  • Ci sono cinque pilastri che De Prins individua come fondamentali nella gestione del reparto IT: qualità, punto fermo insostituibile quando esigenze e costi aumentano ma rimane la necessità di fare le scelte adeguate per il business, senza recare danni all’azienda; specializzazione, ovvero una conoscenza profonda delle tecnologie e delle soluzioni adottate, ottenibile grazie a un percorso formativo mirato e ad un adeguato supporto da parte dei partner fornitori di servizi; lavoro di squadra, inteso come collaborazione e condivisione di esperienze e conoscenze; reattività all’innovazione, ovvero non lasciare le idee e le proposte sul tavolo ma sviluppare, in tempi brevi, quelle più adatte al business; valore di business, nel senso di fare percepire al resto dell’azienda e ai clienti il valore aggiunto, in termini economici, di performance e di qualità, del lavoro dell’IT in termini comprensibili anche ai non esperti del settore.
  • Le tecnologie digitali trasformano tutte le aziende in tutti i settori, per questo motivo anche il modo in cui l’IT si organizza e opera deve cambiare; evolvere la cultura dell’IT è uno dei compiti più duri che un CIO deve affrontare, ma anche quello fondamentale per far diventare l’IT il motore del successo aziendale.
EFFICIENZA?
I Processi della tua Azienda sono davvero efficienti?
COMPETITIVITA'?
Che Strategie hai per Competere a livello globale?
COSTI?
Hai costi di Gestione troppo alti rispetto al Mercato?


Quanto è Smart la tua Azienda?

75%

brain-cogs

Smarter is Better!

Iscriviti alla newsletter Smart Business
per rimanere aggiornato su tutte le novità che interessano le Aziende italiane. Scopri la newsletter gratuita Smart Business

» Iscrizione Gratuita!


Speriamo di conoscerti presto!

 

 

Logo Smart Business


-
-
-