Omnia Group Smart Business

il blog che aiuta le Aziende italiane a crescere attraverso la Tecnologia

Per le aziende assumere e gestire il personale è una delle spese più consistenti, che impatta largamente sul tetto di spesa complessivo e di conseguenza sulle possibilità di guadagno. Per questo motivo ottimizzare i dati relativi al reparto HR può portare un enorme miglioramento nella gestione delle risorse umane.

  • Esiste tuttavia un grosso ostacolo alla diffusione dell’adozione di sistemi di analisi avanzata delle risorse umane: i dati stessi. Il reparto HR è il luogo dove più di tutti vige il dominio di dati e documenti non strutturati. Curricula dei candidati, valutazioni delle prestazioni dei dipendenti e altri dati HR vengono creati e memorizzati in formati che non sempre si inseriscono facilmente in un foglio di calcolo o algoritmo. Dotarsi di efficaci competenze di analisi in ambito HR inizia dunque con la “pulizia” di questi dati.
  • Per fare questo, si può partire con la definizione di una tassonomia per classificare in modo strutturato le informazioni possedute. In questa fase è necessario organizzare un numero molto grande di dati – job description, schede di valutazione, sistemi di monitoraggio e così via – per renderli più chiari e accessibili in sede di analisi. Questo è molto utile poiché nella maggior parte dei casi il reparto HR avrà l’esigenza di incrociare tra loro varie classi di dati per ottenere le risposte di cui necessita, piuttosto che eseguire una revisione dell’intero materiale di relativa competenza; per questo motivo, disporre di un sistema di classificazione che consenta di eseguire ricerche impostando filtri puntuali e personalizzabili diventa un requisito di efficienza irrinunciabile. Inoltre, se la vostra azienda è stata coinvolta in processi di fusione o acquisizione, si rende necessario integrare i dati provenienti da sistemi HR diversi, e forse incompatibili tra loro, per garantire una visione a 360 gradi dell’intera forza personale.
  • La necessità di dotarsi di competenze di analisi all’interno del reparto diventa sempre più profonda e determinante. Altri settori aziendali, come la divisione IT e il reparto marketing, possono intervenire in questo processo e mettere le proprie conoscenze a servizio di questa causa; in alternativa, ci si può rivolgere ad una realtà esterna che potrà mettere a vostra disposizione tutta l’esperienza acquisita sul campo.
  • Infine, è importante ricordare che la qualità delle risposte dipende totalmente dalla qualità delle domande poste in prima istanza. Se non si definiscono nel dettaglio gli obiettivi specifici che si intende raggiungere prima di eseguire l’analisi, è molto probabile che i dati ottenuti non saranno sufficientemente interessanti e strategici. È quindi opportuno porsi domande analitiche penetranti, che mirino ad indagare i meccanismi profondi che hanno restituito tali dati, per poter sfruttare quest’ultimi nella crescita del business.
» Scopri le soluzioni ERP di Omnia Group